limone sul garda in bicicletta
Esplorazione

Un weekend sul Lago di Garda – I migliori percorsi ciclabili tra Riva del Garda e Limone

Scoprire il Lago di Garda in bicicletta è stata la scelta più azzeccata che potessimo fare.

Tutto è nato dalla vincita di un soggiorno presso l’eco-camping Camping Brione, a Riva del Garda: quale migliore occasione per tornare in Trentino?

L’ultima volta avevamo portato a casa una grande vittoria che ti abbiamo raccontato qui: imparare a sciare!

Questa volta abbiamo scelto di vivere un’avventura alla scoperta dei migliori tracciati per mountain bike.

Se anche tu vuoi provare l’emozione di scoprire il Lago di Garda in bicicletta segui il nostro itinerario di due giorni percorrendo i grandi classici!

Rosà Bike a Riva del Garda

Il nostro partner in crime è stato Angelo, il vulcanico proprietario di Rosà Bike, storico negozio di accessori, noleggio di bici ed officina nel centro di Riva del Garda.

rosà bike biciclette riva del garda

Perché abbiamo scelto Angelo?

Oltre ad occuparsi dell’attività ereditata da suo padre, è un vero cultore ed appassionato di bici ed un esperto del territorio intorno a Riva del Garda.

Quando gli abbiamo raccontato della nostra idea di scoprire il nord lago di Garda in bicicletta, Angelo era entusiasta ed ha subito deciso di unirsi a noi.

Ha scelto le bici perfette per l’avventura, ci ha fornito preziosi consigli per il nostro itinerario in bici e ci ha dato anche qualche suggerimento extra per vivere Riva del Garda da veri “local”.

Quindi, se vuoi che il lago di Garda in bicicletta sia un’esperienza di valore e autentica, Angelo è la persona che fa per te!

Le biciclette elettriche di Rosà Bike ci hanno permesso di macinare tantissimi km in soli due giorni e di affrontare anche i tratti di strada con elevata pendenza in assoluta tranquillità.

A piedi o con una normale bicicletta non ce l’avremmo mai fatta!

Itinerario in bici di due giorni tra Riva del Garda e Limone

Giusto il tempo di montare in sella ed eravamo già pronti a scoprire il lago di Garda in bicicletta.

In bicicletta sul lago di garda

Per il nostro itinerario in bici di due giorni abbiamo scelto dei percorsi considerati “grandi classici” tra Trentino e Lombardia: sentiero del Ponale, ciclopista del Garda e strada della Forra.

Ponale del Garda

La Ponale Rifugio Pernici (sentiero 732) è uno dei percorsi ciclopedonali più noti e caratteristici del Lago di Garda.

E’ lungo 40 km e nel suo punto più alto raggiunge i 1600 mt: per questo motivo si presta benissimo ad essere percorso in ebike.

Il primo tratto del percorso è proprio la caratteristica e panoramica Ponale, l’antica mulattiera che collegava il Lago di Garda con la Valle di Ledro seguendo le pareti del monte Rocchetta.

lago di garda in bicicletta

Dopo aver percorso otto gallerie scavate nella roccia, il primo punto nel quale ti consigliamo una sosta ed una bevanda fresca vista lago è il Ristorante Belvedere.

bar belvedere sentiero del ponale

Proseguendo in direzione Lago di Ledro, abbiamo incontrato un curioso borghetto: Prè di Ledro.

Questo paese dove il tempo sembra essersi fermato rimane all’ombra per tutto il periodo invernale, tanto che a febbraio si tiene la “Festa del Sol” per celebrare il ritorno della luce.

prè di ledro

Giunti al Lago di Ledro ci siamo ci siamo goduti una meritata pausa merenda con i piedi immersi nelle acque limpide e cristalline circondate dalle montagne.

Lago di ledro

Purtroppo, a causa del maltempo che incombeva su di noi, abbiamo dovuto concludere qui il nostro percorso in bici che sarebbe continuato verso la Valle dei Concei fino ad arrivare al Rifugio Nino Pernici, a 1600 mt di altitudine.

La ciclopista del Garda

Il secondo giorno alla scoperta del Lago di Garda in bicicletta ci siamo spostati in Lombardia.

Da Riva del Garda abbiamo raggiunto Limone percorrendo – dopo un primo tratto di strada statale e gallerie – la ciclopista del Garda a sbalzo, realizzata nel 2018 nell’ambito del progetto Garda by Bike, che prevede la realizzazione di una pista ciclabile di 140 km intono al Lago di Garda.

pista ciclabile lago di garda

Percorrendo la passerella che segue sinuosamente la parete rocciosa alla quale è ancorata, la sensazione è quella di essere davvero sospesi sulle acque cristalline del Lago di Garda.

ciclopedonale del garda in bicicletta

Strada della Forra a Tremosine

Dopo aver attraversato Limone con i suoi balconcini in fiore, abbiamo iniziato il percorso in direzione Pieve di Tremosine, per un giro in bici ad anello con un tratto finale d’eccezione: la strada della Forra.

Il tragitto è abbastanza impegnativo fisicamente a causa del dislivello ma tecnicamente semplice e adatto a mountain bike.

lago di garda da tremosine

Abbiamo pedalato in salita fino al paese di Vesio, per poi goderci una bellissima discesa libera tra le colline di Tremosine fino a Pieve, uno dei Borghi più belli d’Italia.

tremosine sul garda in bicicletta

Da qui abbiamo imboccato la famosa strada della Forra, considerata una delle più belle del mondo, tanto che si dice che Winston Churchill l’abbia denominata l’ottava meraviglia del mondo.

strada della forra in bicicletta

La strada attraversa una stretta gola scavata dal Torrente Brasasale, salendo dalle rive del Lago di Garda, a sud di Limone, fino a Pieve di Tremosine sul Garda (a 423 mt di altezza).

Noi abbiamo deciso di percorrerla in discesa per goderci il panorama e le curve mozzafiato sfrecciando con le nostre biciclette.

strada della forra a tremosine

Percorrendo i tornanti, a volte aperti a picco sul lago ed altre volte chiusi tra le alte pareti rocciose della gola, la bellezza era talmente tanta che stentavamo a trattenere l’emozione.


Scrivici nei commenti se il nostro itinerario per scoprire il Lago di Garda in bicicletta ti è piaciuto e condividi il nostro articolo per farlo conoscere ai tuoi amici! ♥

PS. Abbiamo già in mente la prossima avventura sul Lago di Garda e questa volta sarà in acqua! Sei pronto a venire con noi?


Cerchi consigli e idee per le tue esperienze di viaggio sostenibili e con un tocco green?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

2 commenti

    • viaggiadori

      viaggiadori

      Grazie mille Stefano,
      siamo davvero felici di averti aiutato a scoprire il nord Lago di Garda attraverso la nostra esperienza e speriamo di condividere con te altre avventure simili, nella natura e sostenibili, che possano esserti di ispirazione per i tuoi viaggi!
      Facci sapere mi raccomando 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: