la cima del monte miletto
Molise

Cosa fare in Molise – Le tre attività per vivere un viaggio sostenibile e slow

“Cosa fare in Molise”?

La domanda può essere lecita, vista la sua diffusa nomea di regione che non esiste.

Eppure, proprio il Molise è stato citato dal New York Times tra le 52 destinazioni 2020 da non perdere.

E allora ci siamo detti: di cose da fare in Molise ce ne saranno senz’altro!

Quindi, abbiamo trascorso un’intera settimana alla scoperta di questa regione e siamo pronti a dirti cosa fare in Molise, ovviamente, nello stile sostenibile e green che ci contraddistingue.

Prendi appunti, ecco le tre cose imperdibili da fare in Molise!

Perché visitare il Molise

Prima di dirti cosa vedere nel Molise, ti vogliamo dire perché dovresti visitare questa regione.

cosa fare in Molise alla riserva MAB

Siamo sinceri, il Molise è una regone poco considerata dai turisti esteri ma soprattutto italiani (almeno fino ad oggi) tra le possibili destinazioni di viaggio del nostro paese.

Infatti, ci hanno raccontato che chi si reca in questa regione per trascorrervi le proprie vacanze lo fa principalmente perché è legato, in qualche modo, al territorio.

Magari la sua famiglia è emigrata negli USA qualche decennio fa, oppure i suoi nonni vivono ancora in uno dei suoi piccoli borghi.

castel san vincenzo in molise

Insomma, il Molise non ha la storia e l’esperienza, che possono avere altre regioni d’Italia, nell’ambito dell’accoglienza turistica.

Tuttavia, proprio per questo, è un territorio che si presta benissimo ad una particolare esperienza di viaggio: di nicchia, autentica, fuori dai classici itinerari, in controtendenza rispetto al turismo di massa.

Ora che sai perché dovresti visitare questa regione, la domanda è: cosa fare in Molise?

Cosa fare in Molise

Le esperienze che puoi vivere in Molise sono tante, all’insegna di storia, arte, cultura, sport, avventura ed altro ancora.

scavi di pietrabbondante

Molte di queste esperienze sono anche proposte da tour operator locali, ma attenzione, perché il Molise ha i suoi ritmi ed i suoi orari, ti accoglie ma non ti aggredisce con un’offerta serrata.

Se decidi di volerlo conoscere, dovrai adattartici.

Questo è un aspetto di autenticità di grande valore, pertanto noi siamo stati felici di vivere il Molise accettando le sue condizioni, riorganizzando il nostro itinerario, cambiando i nostri orari e rallentando.

Turismo sostenibile e lento

Fatta questa doverosa premessa e chiarite le condizioni, finalmente possiamo dirti che il Molise si presta benissimo ad un viaggio sostenibile e lento!

Si tratta di un tipo di esperienza di gran voga da diversi anni ormai e che ha preso piede soprattutto in questi ultimi mesi, a seguito del lock down, perché tutti noi, ora, sentiamo l’esigenza di vivere in maniera più consapevole tutto ciò che ci circonda.

trekking sul monte miletto

Infatti, turismo lento vuol dire attenzione ai dettagli, alle persone e alla storia del luogo che si decide di conoscere (più che visitare).

Vuol dire preferire la qualità alla quantità!

Il progetto degli Amici del Morrutto: Regalati il Molise

Tutto ciò è anche racchiuso nel progetto dell’Associazione culturale Amici del Morrutto al quale abbiamo partecipato: Regalati il Molise.

cosa fre in molise a san giovanni in galdo

Durante l’estate del 2020 gli Amici del Morrutto hanno messo a disposizione ben 40 soggiorni presso il piccolo comune di San Giovanni in Galdo.

L’obiettivo è quello di far conoscere il territorio, dare valore ai piccoli borghi quasi dimenticati del Molise ed innescare un turismo sano, che possiamo tradurre sicuramente in esperienze di viaggio sostenibili e lente.

Grazie a loro abbiamo vissuto sette giorni alla scoperta della regione e possiamo raccontarvi quali sono le cose da fare in Molise per vivere una perfetta esperienza di turismo consapevole.

1) Visitare i borghi abbandonati

Il Molise è disseminato di minuscoli borghi fortificati arroccati su cime rocciose, una particolare posizione panoramica che si deve sicuramente alle esigenze difensive dei secoli passati.

nel borgo di castropignano

In questa piccola regione si contano ben quattro tra i Borghi più Belli d’Italia – Fornelli, Frosolone, Sepino, Oratino – ed altri che si sono guadagnati la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano (TCI): Scapoli, Agnone, Frosolone e Ferrazzano.

Oggi, molti di quei borghi sono centri semi deserti, abitati da poche centinaia di persone per lo più anziane, forniti solo dei servizi e delle attività essenziali: un bar, una locanda, un ufficio postale, una chiesa.

Fare un viaggio emozionale indietro nel tempo

In quei luoghi non esiste un’ora di punta, dove i bambini corrono per andare a scuola, gli adulti a lavorare, le donne al supermercato e le strade si affollano.

Sono posti in cui il tempo – che sembra essersi fermato in un’epoca remota – scorre lento e sempre uguale a se stesso.

termoli borgo antico molise

Il silenzio assordante e l’immobilità dei piccoli borghi del Molise ci ha trasmesso un senso di pace e tranquillità, ma anche una sorta di malinconia.

Sicuramente attimi di riflessione che nella frenesia della quotidianità e della città non possiamo permetterci spesso.

borgo oratino

Quindi, tra i posti da visitare in Molise ci sono sicuramente i suoi borghi “abbandonati”.

2) Fare escursioni nella natura

Tra un borgo e l’altro, macinando chilometri di stradine di campagna, il Molise regala un susseguirsi di curve sinuose e variazioni cromatiche di verde.

sorgenti del volturno

Quindi, cosa vedere in Molise se non la sua natura generosa e austera che la fa da padrona?

Gli amanti degli ambienti bucolici, come noi, non sapranno dove rivolgere lo sguardo!

Scoprire monti, laghi e fiumi del Molise

Quindi, vivere il Molise vuol dire senza dubbio perdersi nei suoi Parchi, come ci è successo nel bosco della Riserva Naturale Collemeluccio – Montedimezzo, un luogo talmente perfetto da sembrare irreale.

Riserva MAB di collemeluccio e montedimezzo

Oppure rilassarsi sulle rive di un lago color smeraldo, o ancora avventurarsi alla ricerca di una cascata nascosta in un luogo magico.

lago di castel san vincenzo

Non a caso il nostro primo approccio con il Molise lo abbiamo voluto così, zaino in spalla, alla volta della cima più alta della regione: il Monte Miletto, al confine con la Campania.

cosa fare in molise al monte miletto

Purtroppo le condizioni meteo non ce lo hanno permesso, ma pare che dalla quota di 2050 mt slm sia possibile vedere sia il mare Adriatico che il Tirreno: infatti si tratta del punto più stretto dello stivale.

la cima del monte miletto

E chi sa quante altre meraviglie avremmo scoperto ancora se avessimo avuto altro tempo!

3) Fare esperienze enogastronomiche

L’ultima attività per un perfetto viaggio sostenibile e slow in Molise – ma non per importanza – è quella che si fa a tavola!

Infatti, il Molise ha appagato pienamente il nostro palato tra mozzarella, salsiccia, vino rosso e olio di oliva. Ovviamente tutti prodotti del territorio a km 0 o quasi.

Quindi, tra i luoghi da visitare in Molise, tra un borgo e un’escursione, ci sono senz’altro: cantine, caseifici e trattorie.

Noi abbiamo optato per un’esperienza culinaria variegata e così, abbiamo testato diverse tipologie di cucina e ambienti.

Pochi prodotti e tanta fantasia in cucina

Dalla locanda del delizioso borgo del quale eravamo ospiti, U vettare du Merrutte a San Giovanni in Galdo, dove abbiamo assaggiato la nostra prima pizza e minestra.

u vettare du merrutte molise

All’immancabile La grotta a Campobasso (conosciuto da tutti come “Da Concetta”), un luogo imperdibile dove la tradizione molisana trapela dalle pallotte cacio e uova, dalle mura del locale e dal carattere dei gestori.

Anche per i gusti più raffinati, poi, non c’è da temere: sempre a Campobasso abbiamo amato l’offerta di Monticelli Saperi e Sapori.

ristorante monticelli campobasso

Prodotti del territorio arricchiti in modo sofisticato da accostamenti originali ed una sapiente preparazione.

Non a caso il locale ha vinto il titolo di migliore ristorante di Campobasso, del programma Quattro Ristoranti!

Infine, l’ultima nota di merito la dedichiamo all’Hosteria Lu vic p’ dent, un delizioso ed intimo locale che si trova a Bojano.

cantina lu vic p'dent molise

Qui ci siamo sentiti davvero coccolati, dall’aperitivo in cantina a sorpresa alla possibilità di prepararci il tiramisù con le nostre mani, proprio come piace a noi!


Se dovessimo dare un aggettivo al Molise diremmo che è senza dubbio una terra autentica e sorprendente.

Infatti, abbiamo scoperto un’ottima destinazione di viaggio per chi ama le mete fuori dai comuni itinerari turistici, conoscere intimamente il territorio e vivere esperienze introspettive.

cosa fare in molise all'anfiteatro di altilia sepino

Quindi, speriamo di averti incuriosito e chissà, ispirato per il tuo prossimo viaggio!

Faccelo sapere nei commenti e condividi questo articolo per aiutaci a scoprire altri luoghi speciali come il Molise ♥

Infine, se vuoi scoprire un altro luogo italiano citato dal New York Times tra le 52 destinazioni imperdibili nel 2020, clicca qui!


Cerchi consigli e idee per le tue esperienze di viaggio sostenibili e con un tocco green?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

2 commenti

    • viaggiadori

      viaggiadori

      Vedendo gli scatti che hai fatto durante il tuo viaggio in abruzzo possiamo tranquillamente dire che, in una regione come il Molise, devi assolutamente farci un salto! Le prossime settimane usciremo con altri articoli di dettaglio su questa bella regione, speriamo di incuriosirti ancor di più! #staytuned

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: