Sostenibilità

Viaggiare sostenibile spendendo poco è possibile – Errori cognitivi vs costi reali

Molte persone pensano che viaggiare sostenibile spendendo poco sia impossibile e questo impedisce loro di avvicinarsi al mondo dei viaggi sostenibili.

In realtà, l’idea di esclusività legata ai viaggi sostenibili non sempre ha a che vedere con il loro valore economico e viaggiare sostenibile non vuol dire per forza fare viaggi dispendiosi.

Anzi, può essere proprio il contrario!

Vuoi sapere il perché?

In questo articolo troverai i consigli che ti permetteranno di viaggiare sostenibile spendendo poco.

Cosa significa viaggiare sostenibile

Abbiamo già sviscerato in un articolo dedicato cosa vuol dire viaggiare sostenibile e come organizzare un viaggio sostenibile in piena autonomia.

Qui ci limiteremo a ribadire che il turismo sostenibile nasce dalla necessità, dal bisogno di rispondere ad un’epoca di estremo consumismo, cementificazione, sovrappopolazione ed eccessivo inquinamento del nostro pianeta.

turismo lento

Tuttavia, facendo di necessità virtù, i viaggi sostenibili spesso consentono di riscoprire luoghi inesplorati e tradizioni locali, conoscere realtà autentiche, al di fuori dai classici itinerari turistici e che non hanno subito alterazioni (cosa che spesso accade proprio a causa del turismo).

Per questo, i viaggi sostenibili sono uno dei principali trend nel settore del turismo degli ultimi anni e sono sempre più “di moda”.

Dunque, se sei una persona sensibile, che accoglie la diversità e ama dare oltre che ricevere, hai le giuste caratteristiche per essere un viaggiatore responsabile e fare della sostenibilità il tuo mood di vita oltre che viaggio, come raccontiamo qui.

Come viaggiare sostenibile spendendo poco

Per viaggiare sostenibile spendendo poco, la prima cosa da fare è informarsi.

significato di sostenibilità e responsabilità

La conoscenza è l’unica arma che abbiamo a disposizione per riuscire ad orientarci in un mondo nuovo, capirne le dinamiche e raggiungere il nostro obiettivo.

Senza questo primo step rischieremmo di rimanere dei “novellini” in balia degli approfittatori, che anche nel mondo dei viaggi sostenibili – come in tutti gli altri – non mancano.

Perché si pensa che viaggiare sostenibile sia costoso

Innanzitutto domandiamoci: perché molte persone pensano che viaggiare sostenibile spendendo poco sia impossibile?

Secondo noi si tratta di un preconcetto e ti spieghiamo il motivo.

Qual è il primo pensiero che nasce nella tua mente quando parliamo di viaggi sostenibili?

Sicuramente qualcosa di particolare, che non tutti conoscono o fanno.

Quindi, qualcosa di ricercato e quindi esclusivo.

Insomma, viaggiare sostenibile è ben diverso dal vivere la classica vacanza che verte principalmente sulla scelta della destinazione (rigorosamente “in”) e dell’hotel (almeno 4*s).

L’errore cognitivo che sta alla base di questo preconcetto è che la parola “esclusivo” rimanda a “costoso”.

Ma non è necessariamente vero!

In questo caso, l’idea di esclusività dipende più dal fatto che i viaggi sostenibili sono ancora un settore di nicchia nel mondo del turismo.

Ti portiamo un esempio pratico di questo errore cognitivo.

Costi di un viaggio sostenibile: perché in genere costano di più?

Innanzitutto teniamo a mente un concetto: quello che vediamo attraverso i social non sempre rispecchia la realtà.

O, almeno, non completamente.

In generale, il fatto che la bacheca di Instagram sia popolata di foto di viaggi di gran lunga superiori al nostro budget di spesa, non vuol dire che non esiste la possibilità di vivere esperienze altrettanto belle, o simili, spendendo meno.

Tutti noi abbiamo la possibilità di pianificare un viaggio sostenibile low cost, anche se non la vediamo nella bacheca di Instagram o non compare nella prima pagina di un portale di prenotazione.

Cosa vogliamo dire?

Il mercato dei viaggi sostenibili

Sappi che più della metà dei viaggiatori è disposta a spendere almeno il 5% in più per vivere un viaggio con un ridotto impatto ambientale.

In particolare, da una ricerca emerge che i viaggiatori indiani sono disposti a spendere fino al 15% in più, seguiti da quelli brasiliani e cinesi.

Questo cosa comporta?

Secondo le leggi economiche, in un mercato dove la domanda è meno sensibile al prezzo è ovvio che l’offerta sia mediamente più costosa.

Quindi, chi vuole viaggiare sostenibile spendendo poco deve fare un’attività che non piace a tutti: la ricerca.

E ricercare in maniera approfondita soluzioni vantaggiose – per esempio non fermandosi alla prima pagina di Google – può richiedere tempo.

Per mancanza di volontà o tempo la maggior parte delle persone rinuncia a vivere un viaggio sostenibile accontentandosi di uno tradizionale, oppure, accetta soluzioni sostenibili ma costose.

Ecco perché, in genere, si pensa che i viaggi sostenibili siano costosi.

Come risparmiare in viaggio: quanto costa realmente viaggiare sostenibile

Fatta questa doverosa premessa che spero ti abbia aiutato a superare alcuni preconcetti, entriamo nello specifico dell’argomento dandoti dei preziosi consigli.

Quindi, vediamo insieme quali sono gli elementi del viaggio sui quali possiamo agire per viaggiare sostenibile spendendo poco.

Quanto costa un alloggio ecosostenibile

La maggior parte delle persone pensa che l’aspetto più importante di un viaggio sostenibile sia la scelta della struttura ricettiva e focalizza tutti i suoi sforzi nella ricerca dell’alloggio.

Inoltre, crede che una strutture dotata di certificazioni, che utilizza energie rinnovabili ed offre prodotti bio sia più costosa rispetto ad un tradizionale hotel di pari livello.

Sulla base di questo pensiero, spesso rinuncia a viaggiare in modo sostenibile.

Ma la realtà è diversa!

Innanzitutto la scelta dell’alloggio è solo uno degli elementi che possono rendere il nostro viaggio un’esperienza sostenibile.

glamping a bled

Non è detto che dobbiamo necessariamente soggiornare in una struttura ricettiva “green“.

Se non la troviamo, possiamo soggiornare in un classico hotel e focalizzarci sugli altri aspetti del nostro viaggio, oppure, possiamo addirittura sperimentare un’esperienza di scambio casa!

Se invece vogliamo proprio soggiornare in una struttura a basso impatto ambientale e sostenibile, siamo sicuri che la stiamo cercando nel posto giusto?

I classici portali di ricerca non sempre sono in grado di aiutarci, ma esistono portali dedicati che orientano la loro offerta proprio su questo tipo di strutture, Ecobnb è uno dei più famosi.

Infine, non è detto che una struttura ricettiva ecosostenibile sia più costosa di una tradizionale.

Se il prezzo è lo stesso, il rapporto qualità-prezzo della prima sarà decisamente più vantaggioso, ma può capitare – non di rado – che soggiornare in una struttura ecosostenibile costi addirittura meno.

lo chalet di ocre

Infatti, gli alloggi sostenibili possono contenere i loro costi grazie alle soluzioni costruttive di bioedilizia, all’utilizzo di sistemi per il risparmio dell’energia e dell’acqua, sfruttando le energie rinnovabili, utilizzando prodotti handmade ed ecologici, riciclando i rifiuti.

Mangiare sostenibile e low cost

Mangiare sostenibile spesso vuol dire mangiare low cost, lo sai?

Noi, ad esempio, visto che durante i nostri viaggi ci troviamo a trascorrere le giornate in natura tra passeggiate, trekking e attività outdoor, optiamo quasi sempre per il pranzo al sacco.

Il panino rigorosamente acquistato nella gastronomia locale e farcito di prodotti tipici del posto è un must che consente di ottenere massima resa con poca spesa!

pranzo al sacco sostenibile

In alternativa, se ci troviamo in città, di solito optiamo per lo street food locale: quello acquistato nei mercati non delude mai e segue la stessa filosofia della soluzione precedente.

Invece, la sera scegliamo sempre un locale tipico per provare le specialità del luogo.

Le trattorie sono le nostre preferite perché offrono prodotti del territorio, cucina tradizionale e prezzi accessibili.

Infine, alcuni accorgimenti sostenibili ti consentiranno di ridurre ancora di più il costo del tuo viaggio: per esempio, portare con sé una borraccia anziché acquistare tante bottigliette di acqua nei bar.

Scegliere mezzi di trasporto sostenibili

Ci sono poi altri aspetti per i quali riteniamo che un viaggio sostenibile non sia necessariamente più costoso di uno tradizionale.

Uno di questi è la scelta del mezzo di trasporto, perché optare per mezzi di trasporto sostenibili spesso porta un vantaggio anche in termini economici.

Ad esempio, come sappiamo l’aereo è il mezzo di trasporto che inquina di più, mentre il treno o l’autobus hanno un’impronta di carbonio inferiore.

E anche il costo del biglietto aereo, solitamente, è più costoso di quello del treno o dell’autobus.

Quindi, raggiungere la nostra destinazione di viaggio in treno o autobus ci farà inquinare meno e spendere meno, giusto?!

Se invece preferiamo viaggiare in auto possiamo utilizzare BlaBlaCar: una soluzione economica che permette di ottimizzare il viaggio offrendo un passaggio o accettandolo da chi deve percorrere la stessa tratta.

Anche per spostarci da un punto all’altro della città vale lo stesso ragionamento.

Farlo muovendosi a piedi, con monopattini o bici elettriche – ormai diffuse in molti centri – è più sostenibile ed economico che chiamare un Taxi.

Durata del viaggio e viaggi lenti

Non tutti possono permettersi di fare viaggi lunghi diverse settimane o mesi, tuttavia, la durata del viaggio è un elemento che consente di minimizzarne l’impatto sull’ambiente e, allo stesso tempo, sul portafoglio.

Ad esempio, durante un viaggio lungo, possiamo decidere di fare un abbonamento per i mezzi pubblici anziché pagare il biglietto per singola corsa.

Oppure, possiamo risparmiare sull’affitto dell’alloggio, che normalmente ha un costo per giorno minore, maggiore è la nostra permanenza.

Inoltre, scegliere di vivere viaggi lenti e di minimizzare gli spostamenti da un posto all’altro durante il viaggio, ci permette di vivere esperienze sostenibili limitando, anche in questo caso, le spese legate alla logistica.

Consigli per viaggiare in modo sostenibile

In conclusione, quali sono i costi di un viaggio sostenibile?

Esattamente quelli di qualsiasi altro viaggio tradizionale.

Se non fai parte della maggioranza dei viaggiatori disposti a spendere di più per vivere un viaggio sostenibile, informati, approfondisci la ricerca e adotta tutti i comportamenti sostenibili che ti permetteranno anche di risparmiare.

Viaggiare sostenibile spendendo poco è possibile e dipende solo da te!

Raccontaci il tuo viaggio sostenibile ed economico nei commenti e se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social ♥


Letture che ti consigliamo:

Filippo e Ornella

Siamo Filippo e Ornella. Viaggiadori è il nostro blog di viaggi sostenibili con un tocco green. Al suo interno raccontiamo le nostre esperienze all'insegna del benessere e della valorizzazione di natura e territorio.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: