Alba in sudtirol
Trentino - Alto Adige

Sudtirol – Lago di Braies, mercatini di Natale e piste da sci

Come iniziare bene il nuovo anno? Niente di meglio di una vacanza in montagna, precisamente in Sudtirol!

Partirò raccontandoti del lontano settembre, quando, con il largo anticipo che ci contraddistingue, avevamo pensato di festeggiare il Capodanno in montagna con un gruppo di amici.

Ma si sa, l’euforia iniziale svanisce nel giro di poco, perché come sempre (potrei scommettere che sia capitato anche a te almeno una volta!):c’è chi si lascia con il proprio partner (magari dopo anni di consolidata relazione) ed opta per un’isola caraibica, ovviamente il più distante possibile dall’ormai ex fidanzato/a;  

  • c’è chi “Pensate a tutto voi, per me va bene qualunque cosa!” e poi “Ah ma questo albergo non mi piace!”, “No, io in macchina con tizio non ci penso proprio!”, “Piste? Ma io nemmeno so sciare!”;
  • c’è chi, dopo aver creato il gruppo Whatsapp con tanto di immagine a tema, scompare come il peggiore dei latitanti, che se vai a cercarlo a casa nemmeno ti risponde al campanello;
  • ..e potrei continuare ancora l’elenco, ma mi fermerò qui, visto che non si tratta di un articolo sugli aspiranti compagni di viaggio che non si augurano.

Dunque, sconfortati dalle condizioni e presi dal lavoro, il miraggio di iniziare l’anno in uno chalet di montagna andava via via svanendo, quando una domenica pomeriggio sorseggiando un aperitivo (tipico momento di riflessione) ci siamo detti “Ma si, andiamo noi due!”

Con una rinata luce negli occhi, poco dopo eravamo davanti al pc a cercare cose random, partendo dalla generica ricerca “montagna Capodanno”; anzi, forse abbiamo anche tentato un “last minute montagna Capodanno”, giusto per non farci mancare nulla.

Nei giorni successivi abbiamo affinato la ricerca, individuando un luogo – il Südtirol – ed il periodo – prima settimana di gennaio – ma continuavamo ad essere piuttosto scoraggiati.

I miei consigli

👍🏼 Datti una mossa
Se vuoi andare in montagna quando è inverno e tutti sono in ferie: datti una mossa! E’ banale, ma ci tengo ad avvertirti se, come noi, ci rimani male quando tutto, ma proprio tutto, non risulta disponibile (anche se è il 30 dicembre e vogliamo partire il 31);

👍🏼 Affina la ricerca
Visita molti siti e portali per trovare una struttura disponibile e adatta a te e non limitare la ricerca ai generici portali di viaggio; la maggior parte delle strutture ricettive che compaiono lì potrebbero essere tutte full nei picchi stagionali, ma esistono diversi siti più specifici (ad esempio, 3zinnen per il Sudtirol) dove puoi trovare altre soluzioni;

👍🏼 Alza la cornetta
Se giungi al sito della struttura ricettiva che ti interessa e lo trovi di difficile navigazione (ad esempio, alcune strutture in Sudtirol non hanno nemmeno il sito tradotto in italiano), oppure non riesci a reperire le informazioni che ti interessano (ad esempio, almeno per la nostra esperienza, nessuno ha il listino prezzi pubblico), non essere pigro ed alza la cornetta; il telefono è un mezzo poco utilizzato, ma a volte può essere più semplice ed immediato

Albergo Moserhof in Sudtirol

Dopo innumerevoli serate passate alla disperata ricerca, però, la caparbietà ha avuto la meglio, ed abbiamo scovato un tipico maso trentino in località Braies di Dentro (a pochi km dall’omonimo lago) che ci ha dato subito fiducia: Albergo alpino & Ristorante Moserhof.

hotel moserhof braies

Insomma, non posso fare altro che consigliartelo! Di seguito trovi il link per prenotare il tuo soggiorno.

La perla del Sudtirol – Lago di Braies

Prenotato al volo l’alloggio, il gioco era fatto, dovevamo solo partire alla volta del Sudtirol.

Quelle partenze belle: cinque di mattina, temperatura sotto zero, quattro valigie da caricare in macchina, voglia di mille caffè ed il mio immancabile mutismo di un paio di ore dal risveglio (Filippo invece aveva già il gas aperto come sempre).

Superato il viaggio di cinque ore (nel frattempo avevo iniziato nuovamente ad interagire con il mondo esterno), secondo te, qual è la prima cosa che abbiamo fatto una volta arrivati a Braies? Viva la banalità, ci siamo fiondati a vedere lui, il Lago di Braies.

lago di braies val pusteria

Ad ogni modo, nonostante la meta fosse banale, abbiamo comunque mantenuto il nostro tocco di originalità perché essendo gennaio il lago era completamente ghiacciato e quindi, anziché fare un giro in barca (attività tipica della bella stagione) abbiamo potuto camminare sulla superficie del lago! Inoltre, mentre lo facevamo mangiavamo un panino con lo speck acquistato poco prima in una locanda di passaggio.

Purtroppo non siamo riusciti a portare a casa delle gran foto, visto che il lago era abbastanza affollato (meno di quanto lo è durante la bella stagione, ovviamente), ed abbiamo rischiato l’ipotermia, visto che avevamo ancora l’abbigliamento comodo e leggero da viaggio.

Se vuoi goderti la montagna senza morire di freddo, clicca qui e segui i nostri consigli per un outfit ottimale!

Lago di Braies ghiacciato

Per questo, dopo essere stati un po’ di tempo in contemplazione del bellissimo paesaggio, ce ne siamo andati con la promessa di ritornarci in futuro.

👍🏼 I miei consigli

Il lago di Braies è stupendo in tutte le stagioni dell’anno. Se decidi di andarci nelle stagioni più gettonate (primavera, estate, autunno) non farti mancare il giro in barca ed il giro del lago a piedi (ci vuole circa un’ora e mezza), ma vacci in orari strategici, altrimenti rischi di avere difficoltà anche per trovare il posto auto. Se invece, come noi, ci capiti in inverno, puoi comunque tentare il percorso intorno al lago, ma assicurati di essere adeguatamente attrezzato (ad esempio ciaspole alla mano).

Infine, se sei un appassionato del lago e vuoi godertelo h24, per te c’è un albergo proprio sulle sue rive: puoi prenotarlo qui.

L’impresa del secolo

Messa da parte la tappa obbligatoria al lago di Braies, questa vacanza in Sudtirol non aveva che un solo, sfidante, obiettivo per me: mettere gli sci ai piedi per la prima volta e.. imparare a sciare.

Convinta di potercela fare, ho addirittura acquistato la mia prima tuta da sci!  

👍🏼 I miei consigli

Se, come me, cerchi un’attrezzatura adatta al primo approccio con questo sport ed un buon rapporto qualità/prezzo, Amazon offre ottime soluzioni. Clicca qui per leggere l’articolo dove ti parlo di come acquistare un buon abbigliamento da sci.

Abbiamo deciso di tentare l’impresa da soli e Filippo, per l’occasione, si è trasformato nel mio maestro di sci, offrendomi lezioni private e gratuite… come potevo rifiutare?!  

Per tre giorni consecutivi abbiamo battuto le piste di Plan de Corones.

sciare a braies val pusteria

Abbiamo sciato senza sosta dall’apertura alla chiusura degli impianti, fermandoci nei rifugi solo per la toilette ed il bombardino.    

La sig.ra Moserhof, infatti, ci coccolava con il pranzo al sacco preparato da lei (il panino con lo speck, che ha accompagnato tutti i pranzi della vacanza), ottima soluzione quando gli chalet sono affollatissimi e non si vuol perdere troppo tempo.

Abbiamo adottato una strategia graduale, “consumando” la pista del campo scuola e provando tante altre piste blu, aumentandone via via la difficoltà, per poi arrivare a conquistare la prima rossa ed infine, una discesa nera.

Nel mentre ci sono state: cadute, investimenti, pianti ed impacchi di crema per i traumi, ma… direi che l’obiettivo a quel punto era più che raggiunto, con massima soddisfazione dell’allieva e del maestro! 🙂

Vuoi sapere se i comprensori della Val Pusteria sono adatti a te? Puoi scoprirlo leggendo il nostro articolo dedicato! Clicca qui.

Sudtirol – Nel cuore dei mercatini di Natale

Al termine di ogni giornata di sci abbiamo brindato ai risultati raggiunti con un caldo vin brulé, tra i mercatini di Natale di Dobbiaco e Brunico. Se ti trovi nella situazione di dover scegliere tra le due, per noi vince Brunico, grazie al suo centro piuttosto grande e ricco di attività commerciali. Forse anche grazie al panino con la raclette che abbiamo mangiato per la prima volta e che non dimenticheremo mai.

Mercatini di natale Dobbiaco

Avevamo però solo il tempo di un giretto, perché dal sig. Moserhof, se come noi chiedi il trattamento mezza pensione (decisamente comodo per questo genere di vacanza), si cena alle 19:00… orario perfetto vista la fame che avevamo dopo l’attività fisica dell’intera giornata.

Avremmo fatto e visto tante altre cose se avessimo avuto più tempo… o forse l’avremmo speso comunque tutto sulle piste! Prima di partire per questa vacanza, quando Filippo – che è da sempre un frequentatore della montagna ed  amante dello sci – mi parlava di quanto fosse bello, io pensavo solo al freddo ed alla scomodità degli scarponi. Ora mi chiedo perché mai abbia aspettato tanto

Ad ogni modo, è impossibile non innamorarsi e non tornare in Sudtirol… quindi #staytuned, perché abbiamo già inserito nella nostra “to do list” un’altra avventura che ci attende in questa zona!

Sono curiosa di conoscere le tue esperienze in Sudtirol ed i tuoi consigli per vivere nuove emozioni sulle Dolomiti. Aspetto i tuoi commenti!


Scegli l’alloggio più adatto a te tra quelli disponibili nella zona!



Booking.com


Per scoprire altri luoghi meravigliosi della Val Pusteria e di tutto l’Alto Adige, abbiamo selezionato queste letture per te:


Filippo e Ornella

Siamo Filippo e Ornella. Viaggiadori è il nostro blog di viaggi sostenibili con un tocco green. Al suo interno raccontiamo le nostre esperienze all'insegna del benessere e della valorizzazione di natura e territorio.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: