cascate delle marmore copertina
Umbria

Cascate delle Marmore – Perché visitarle e quando evitarle

Nel cuore dell’Umbria si nascondono le maestose cascate delle Marmore, che con i loro 165 metri di dislivello rientrano tra le più alte d’Europa!

Le cascate sono frutto di un’opera artificiale di epoca romana ed oggi alimentano una centrale idroelettrica.

Sinceramente, quando lo abbiamo scoperto hanno perso un po’ di fascino ai nostri occhi; tuttavia, visto che siamo due amanti delle ambientazioni green, abbiamo voluto visitarle.

Vuoi sapere cosa ne pensiamo? Scopriamo insieme quali aspetti ci sono piaciuti e quelli che, invece, ci hanno un po’ delusi.

Inizia la nostra escursione nel cuore dell’Italia!

Cascate delle Marmore in Umbria: la nostra aspettativa

cascate delle marmore belvedre superiore

La giornata è iniziata benissimo: in sella alla nostra moto, godendoci l’aria fresca e profumata di fine estate, carichi di entusiasmo come ogni volta in cui stiamo per fare una nuova esperienza.

Questa volta avevamo un’aspettativa media: le cascate delle Marmore sono un angolo nascosto dei nostri bellissimi Appennini, tuttavia si trovano in un Parco attrezzato (con ingresso a pagamento) e sono molto gettonate nei periodi di alta stagione.

Siamo giunti a destinazione circa a metà mattina ed abbiamo parcheggiato nei pressi dell’ingresso inferiore del parco.

Perché visitare il Parco

I sentieri del Parco

La visita delle cascate può iniziare dall’ingresso inferiore oppure dal belvedere superiore.

Noi abbiamo scelto la prima opzione, in modo tale da goderci la spettacolare vista delle cascate dall’alto solo dopo aver perlustrato a piedi tutti i sentieri. Prima il dovere e poi il piacere!

All’interno del Parco ci sono sei percorsi segnalati. Tutti, tranne il sentiero n.3 ed il sentiero n.6, hanno un punto panoramico dal quale ammirare le cascate.

Noi abbiamo percorso tutti i sentieri che costeggiano il fiume, escludendo quindi il sentiero n.5 ed il sentiero n.6, che si addentrano nel bosco allontanandosi dal corso d’acqua.

I percorsi che abbiamo fatto sono molto semplici e alla portata di tutti: si cammina principalmente su strutture di legno, i pericoli sono ridotti al minimo ed è impossibile perdersi!

Non siamo degli esploratori professionisti e per questo ci piace molto il fatto che i percorsi del parco siano adeguati anche ai meno esperti, che in questo modo possono addentrarsi tranquillamente nel bosco!

cascate delle marmore percorsi

Le attività alle cascate delle Marmore

Alle cascate delle Marmore è possibile fare tante attività, tra visite guidate e percorsi didattici dedicati alla botanica o alla geologia, adatte a tutte le età.

Inoltre, alle Marmore è possibile fare rafting!

Eravamo molto esaltati – e un po’ spaventati – all’idea di farlo per la prima volta, ma purtroppo non avevamo considerato il meteo, che quel giorno non era clemente, e il fatto che fossimo in moto e non attrezzati.

Forse Filippo “cuor di leone” ha sabotato la mia voglia di adrenalina!

Il rafting per noi è solo rimandato e, chissà, magari torneremo proprio alle Marmore per vivere questa esperienza!

Il balcone degli innamorati

Un altro punto a favore delle cascate delle Marmore è il balcone degli innamorati, un punto di osservazione che affaccia sulla cascata circa a metà della sua altezza.

Il balconcino sembra un luogo segreto: è ricavato nella roccia, non è visibile lungo il percorso e si accede ad esso solo attraverso un tunnel artificiale.

E’ talmente vicino alla cascata che dovrai prepararti a fare una bella doccia rinfrescante!

Indossa tutto ciò che di impermeabile possiedi, proteggi il cellulare e fai un “tuffo” nella natura per essere travolto dal rumore assordante dell’acqua che precipita lungo la parete rocciosa. Saranno pochi secondi che ricorderai!

PS. All’ingresso del tunnel c’è sempre chi vende mantelline e portacellulari impermeabili. Qualora tu ne fossi sprovvisto, ti consigliamo di non snobbarli 🙂

balcone degli innamorati

Cosa non ci è piaciuto delle cascate delle Marmore

Il turismo di massa

E’ il principale motivo per il quale avevamo aspettative medie per quella giornata. Tuttavia, avendo optato per un periodo di fine estate, non ci aspettavamo di trovare tante persone.

Il nostro entusiasmo, però, ha subìto una battuta di arresto fin dal primo momento: appena giunti alle cascate ci siamo trovati di fronte ad una lunga fila per la biglietteria!

Armati di pazienza – in verità Filippo – dopo trenta minuti circa avevamo i nostri biglietti e potevamo iniziare finalmente l’escursione alle cascate.

Tuttavia la confusione ci ha accompagnato per tutto il tempo della visita, impedendoci di isolarci completamente e di entrare pienamente in contatto con la natura.

Questo, anche se un po’ ce lo aspettavamo, non ci è piaciuto!

Le aree ristoro

Una nota di demerito va a strutture e aree ristoro.

All’interno dell’area delle cascate delle Marmore sono presenti due bar, uno abbastanza grande nella parte inferiore (poco dopo l’ingresso) ed uno molto piccolo, in cima al percorso, verso il belvedere superiore.

A nostro avviso, in entrambi i bar l’offerta è scarsa, sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo, per non parlare dei prezzi. Per questo consigliamo di attrezzarsi con un buon panino e bevande portate da casa: salutare, economico e magari anche plastic-free!

Anche le aree dedicate al ristoro non ci hanno soddisfatto molto: poche sedie e tavolini in plastica intorno ai bar e alcune panche con tavoli in legno sparsi lungo il percorso, insufficienti in numero e poco curati.

PS. I servizi igienici sono presenti agli ingressi (sia inferiore che superiore) delle cascate e non ce ne sono altri all’interno dell’area del Parco.

Cascate delle Marmore in Umbria: si o no?

le marmore viste dall'alto

Tutto sommato lo spettacolo delle cascate delle Marmore nel cuore dell’Umbria è da ammirare…una volta nella vita! Personalmente, non crediamo che ci torneremo una seconda volta, se non per fare rafting.

In particolare, consigliamo la visita alle cascate a chi voglia andarci con i bambini (purché senza passeggino!); mentre la sconsigliamo a persone con difficoltà motorie, che non riuscirebbero a percorrere i sentieri in sicurezza.


Se sei stato in Umbria alle cascate delle Marmore lasciaci un commento qui sotto raccontandoci la tua esperienza e, se sei d’accordo con ciò che ci è piaciuto e non ci è piaciuto, condividi questo articolo sui tuoi canali social!

Infine, se ti piacciono i viaggi on the road, scopri il nostro itinerario per weekend nel centro Italia, all’insegna del benessere, tra borghi e natura! ♥


Cerchi consigli e idee per le tue esperienze di viaggio sostenibili e con un tocco green?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: